Software e motori elettrici, leve di sostenibilità nello smart packaging

Published: 27/05/2021

Tosa ha abbracciato con convinzione il tema della sensibilità ambientale. «La nostra azienda è impegnata da anni nello sviluppo di tecnologie volte a massimizzare il grado di sostenibilità di prodotti e processi dell’utilizzatore finale», sottolinea il Sales Area Manager Marco Cocino.

«Uno dei capisaldi è sicuramente la filosofia costruttiva “Design for low maintenance” che prevede la progettazione di ogni dispositivo per garantire la minima manutenzione possibile e ottimizzare time saving, cost saving, sostenibilità, sicurezza e pulizia. Gli elementi in cui la filosofia si concretizza sono: cinghie dentate, con vita operativa elevatissima sostituendo le catene di sollevamento che richiedono interventi di lubrificazione; motorizzazione diretta senza l’utilizzo di trasmissioni meccaniche sul gruppo di sollevamento per evitare ogni manutenzione o lubrificazione; organi di scorrimento con ruote di guida pre-lubrificate a vita.

Altra tecnologia sviluppata e brevettata è il cambio automatico della bobina di film. Il dispositivo è composto da carrelli di servizio scorrevoli per il caricamento e la preparazione della bobina da sostituire; l’operazione viene eseguita dall’operatore durante il funzionamento della macchina, senza che questa si fermi, ottimizzando la capacità produttiva dell’impianto».

Come si imposta una raccolta dati intelligente

Tosa offre il suo contributo anche sul fronte scarti di lavorazione. «Le macchine Tosa sono equipaggiate di un sistema di raccolta dati denominato Smart Data Gathering System», prosegue Cocino. «Permette di registrare e raccogliere per ogni singolo pallet processato i seguenti dati: tempo ciclo, numero di avvolgimenti, consumo di film, prestiro medio effettivo, perimetro del carico e il programma d’avvolgimento dedicato. Consente di stabilire il timing di salvataggio dati, la creazione di un database all’interno del PLC e l’archiviazione in real time».

Non è tutto. «La nostra azienda è impegnata nello sviluppo di una piattaforma software basata su cloud, T-HYPOTALAMUS, che permette di accedere, analizzare, consolidare e gestire dati ed eventi delle macchine Tosa Group ovunque e in qualsiasi momento, sia da device mobile che da pc. Analisi di questi dati permette di gestire e ottimizzare le prestazioni delle macchine e delle attività produttive, massimizzare il Tco, comprendere meglio il flusso di produzione e le anomalie più frequenti e pianificare la manutenzione preventiva in modo semplice ed intuitivo».

Motori IE3 per l’energy saving

Infine, l’efficienza energetica. «È stato recentemente standardizzato l’uso di motori Sew Eurodrive con classe di efficienza IE3 (premium) per diminuire le emissioni di CO2 e i consumi di energia elettrica industriale. Per monitorare l’efficienza energetica dei processi in un’ottica finale di energy saving per l’end-user, Tosa ha sviluppato un software in grado di variare in base alla velocità della linea, quindi del flusso di pallet che dovrà essere gestito, la velocità di rotazione della macchina al fine minimizzarne i consumi energetici e pneumatici», conclude Cocino.

Tags: efficienza energetica - energy saving - manutenzione - processi sostenibili - sostenibilità -

Tosa ha abbracciato con convinzione il tema della sensibilità ambientale. «La nostra azienda è impegnata da anni nello sviluppo di tecnologie volte a massimizzare il grado di sostenibilità di prodotti e processi dell’utilizzatore finale», sottolinea il Sales Area Manager Marco Cocino.

«Uno dei capisaldi è sicuramente la filosofia costruttiva “Design for low maintenance” che prevede la progettazione di ogni dispositivo per garantire la minima manutenzione possibile e ottimizzare time saving, cost saving, sostenibilità, sicurezza e pulizia. Gli elementi in cui la filosofia si concretizza sono: cinghie dentate, con vita operativa elevatissima sostituendo le catene di sollevamento che richiedono interventi di lubrificazione; motorizzazione diretta senza l’utilizzo di trasmissioni meccaniche sul gruppo di sollevamento per evitare ogni manutenzione o lubrificazione; organi di scorrimento con ruote di guida pre-lubrificate a vita.

Altra tecnologia sviluppata e brevettata è il cambio automatico della bobina di film. Il dispositivo è composto da carrelli di servizio scorrevoli per il caricamento e la preparazione della bobina da sostituire; l’operazione viene eseguita dall’operatore durante il funzionamento della macchina, senza che questa si fermi, ottimizzando la capacità produttiva dell’impianto».

Come si imposta una raccolta dati intelligente

Tosa offre il suo contributo anche sul fronte scarti di lavorazione. «Le macchine Tosa sono equipaggiate di un sistema di raccolta dati denominato Smart Data Gathering System», prosegue Cocino. «Permette di registrare e raccogliere per ogni singolo pallet processato i seguenti dati: tempo ciclo, numero di avvolgimenti, consumo di film, prestiro medio effettivo, perimetro del carico e il programma d’avvolgimento dedicato. Consente di stabilire il timing di salvataggio dati, la creazione di un database all’interno del PLC e l’archiviazione in real time».

Non è tutto. «La nostra azienda è impegnata nello sviluppo di una piattaforma software basata su cloud, T-HYPOTALAMUS, che permette di accedere, analizzare, consolidare e gestire dati ed eventi delle macchine Tosa Group ovunque e in qualsiasi momento, sia da device mobile che da pc. Analisi di questi dati permette di gestire e ottimizzare le prestazioni delle macchine e delle attività produttive, massimizzare il Tco, comprendere meglio il flusso di produzione e le anomalie più frequenti e pianificare la manutenzione preventiva in modo semplice ed intuitivo».

Motori IE3 per l’energy saving

Infine, l’efficienza energetica. «È stato recentemente standardizzato l’uso di motori Sew Eurodrive con classe di efficienza IE3 (premium) per diminuire le emissioni di CO2 e i consumi di energia elettrica industriale. Per monitorare l’efficienza energetica dei processi in un’ottica finale di energy saving per l’end-user, Tosa ha sviluppato un software in grado di variare in base alla velocità della linea, quindi del flusso di pallet che dovrà essere gestito, la velocità di rotazione della macchina al fine minimizzarne i consumi energetici e pneumatici», conclude Cocino.

© 2021 Tecniche Nuove Spa. Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 – 20157 Milano. Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151 - Privacy Policy - Cookie Policy